Vivaio Awards 2015: i premi per chi fa bene a Milano

Nomination in stile “botanico” per i Vivaio Awards 2015, riconoscimenti che verranno assegnati lunedì 26 ottobre 2015, dalle ore 19 presso la Triennale di Milano, a chi si è distinto per attività in favore della città.

Non ti scordar di me, Magnolia stellata, Platano, Spiga di grano, Ginkgo Biloba, Mimosa, Billbergia sono i nomi ispirati alla natura scelti per le sette categorie in gara. Consegnati dall’Associazione Vivaio, impegnata dal 2012 nel favorire l’ideazione e lo sviluppo di progetti che possano fare diventare Milano una città leader a livello mondiale attraverso il coinvolgimento attivo dei cittadini, i Vivaio Awards vogliono premiare quei professionisti che hanno promosso idee innovative per Milano, selezionati tramite un percorso di consultazione on-line e off-line.

La cerimonia di premiazione in Triennale sarà inoltre occasione per conoscere il progetto vincitore dell’edizione 2015 di Expop, la versione pop di Expo, iniziativa organizzata da Vivaio in collaborazione con il Comune di Milano e Regione Lombardia, con l’obiettivo di rendere Milano un polo di attrazione internazionale.

NON TI SCORDAR DI ME

Premio assegnato per la partecipazione al bene comune. In nomination:

- Federico Gallo Perozzi per Emergenza Freddo, progetto di assistenza ai senzatetto e alle persone in difficoltà in condizioni meteo particolarmente avverse;

- Francesca Fedeli per FightTheStroke, impegnato nella sensibilizzazione sul tema dell’ictus pediatrico e nel favorire la ricerca e l’adozione di terapie disruptive;

- Marco Lucchini per Fondazione Banco Alimentare, che lavora dal 1989 per il recupero delle eccedenze alimentari della produzione agricola e industriale, ridistribuendole alle strutture caritative del territorio;

- Alice Riva per Yearout, per la promozione del volontariato internazionale e della partecipazione a progetti di cooperazione allo sviluppo nel mondo;

- Odile Robotti per Milano Altruista, associazione che promuove il volontariato e i valori dell’altruismo e della solidarietà;

- Fiorenzo Dalu per Pane Quotidiano, associazione non confessionale che dal 1989 fornisce vitto quotidiano agli indigenti nel milanese;

- Alberto Sinigaglia per Progetto Arca, per l’assistenza a profughi e bisognosi di ogni nazionalità;

- Beatrice Bergamasco per Progetto Itaca, che aiuta persone affette da disturbi psichici e le loro famiglie;

Alessandra Paci per Riemergo, impegnata a fornire aiuto a persone e imprese in difficoltà finanziaria;

Ivan Nissoli per Volontari per un Giorno, iniziativa che mira a agevolare l’accesso al volontariato da parte di cittadini e imprese, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa anche noi in questo video.

MAGNOLIA STELLATA

Premio assegnato per la novità dell’anno. In lizza per il riconoscimento ci sono:

-  Comune di Milano, Atm, Eni-Piaggio per il servizio di bike sharing Bikemi e scooter sharing;

- Antonella Dedini e Silvia Robertazzi per Cinema Nascosto, rassegna itinerante che accompagna i milanesi alla scoperta della città attraverso la proiezione di capolavori cinematografici nei luoghi più belli e più sconosciuti di Milano;

- Expo 2015, che ha portato a Milano oltre 130 e 20 milioni di visitatori per confrontarsi sul tema dell’alimentazione e le problematiche connesse;

- Miuccia Prada e Patrizio Bertelli per Fondazione Prada,  polo dedicato all’arte e alla cultura nella zona Sud di Milano;

- Comune di Milano per la nuova linea della Metropolitana Lilla;

- Andrea Rasca per il Mercato Metropolitano, sorto al posto della vecchia Fiera di Senigallia, riunisce in 15mila mq il meglio della cucina italiana;

- Mudec, il nuovo Museo delle Culture nato nel cuore dell’ex zona industriale Tortona-Savona;

- Comune di Milano per la riqualificazione della Nuova Darsena;

- i cittadini milanesi per la pulizia dei muri imbrattati dopo le contestazioni NoExpo, riuniti sotto lo slogan ”Nessuno tocchi Milano”;

- Fondazione Portaluppi per la riapertura al pubblico della Vigna di Leonardo e del giardino degli Atellani.

PLATANO

Assegnato a chi si è distinto per la conservazione della tradizione a Milano, il premio vede in nomination:

- Monsignor Buzzi per la Biblioteca Ambrosiana, una delle prime biblioteche italiane e del mondo che custodisce un patrimonio inestimabile di cultura;

- Serena Sinigaglia per Atir-Teatro Ringhiera, caratterizzata da un nuovo modo di fare e diffondere il teatro;

-  Famiglia Di Furia per Balera dell’Ortica, simbolo di rigenerazione urbana e socialità;

- Matilde Sansalone per FAI Milano;

- Franco Cologni per la Fondazione Cologni Mestieri d’Arte e le sue iniziative dedicate alla diffusione delle attività artigianali di eccellenza, soprattutto tra i giovani;

- Alessandro Rosso per Highline Galleria, la passerella costruita sopra alla Galleria Vittorio Emanuele II che ha permesso a cittadini e turisti di riappropriarsi di una vista mozzafiato su di Piazza Duomo e  lo skyline della città;

Manuela Alessandra Filippi per Milano Città Nascosta, che ha riaperto luoghi nascosti della città attraverso visite guidate fuori dall’ordinario;

- Danilo Dagradi per Milano da Vedere e il suo ricco menu di visite guidate alla città;

Antonio Mormone per Società dei Concerti di Milano, che contribuisce a conservare la tradizione di capitale dell’alta musica;

Gina Gasparin e Luisa Riva per Vivaio Riva, giardino botanico dove si ospitano attività benefiche e sociali.

SPIGA DI GRANO

Con questo riconoscimento l’Associazione Vivaio vuole invece premiare il milanese che si fa onore all’estero. Tra i nomi in gara Selene Biffi, Riccardo Chailly (Gewandhaus Orchester e Opera di Lipsia), Massimiliano Gioni (New Museum di New York), Andrea Lissoni (Tate Modern di Londra), Marco Palladino (San Francisco Mashape), Anna Pestalozza (amministrazione Olandese), Diego Piacentini (Amazon USA), Camillo Ricordi (Diabetes research institute and cell transplant center presso l’Università di Miami), Francesco Romagnoni ed Emanuele Spinelli (Ostello Bello in Myanmar), Lorenzo Thione (Bing).

GINKGO BILOBA

Premio per la costruzione del futuro di Milano. In nomination:

- Area Expo, per i progetti di valorizzazione dell’area dell’esposizione universale dopo l’evento;

- Andrea Sironi per il Campus Bocconi, nuovo progetto di centro universitario di avanguardia nell’area dell’Ex Centrale del Latte;

- Candidati a Sindaco di Milano;

- Giovanni Azzone dei Centri di Ricerca del Politecnico di Milano, all’avanguardia a livello internazionale;

- Gianfelice Rocca di Assolombarda per Far volare Milano, composto da cinquanta progetti volti a rendere grande Milano;

- Jacopo Perfetti per Fai Fiorire il Cielo, per sviluppare idee per costruire la Milano del futuro;

- James Bradburne, nuovo direttore della Pinacoteca di Brera;

- Comune di Milano per la Linea 4 (blu), che con i suoi 18 chilometri collegherà Linate a San Cristoforo;

- H-Film, Arci, Esterni, Avanzi per la gestione dello Spazio ex-Ansaldo;

- City Life per la Torre Hadid e Libeskind

MIMOSA

Per la valorizzazione dell’immagine di Milano, è previsto il premio “Mimosa”, che prevede 10 candidati:

- Giulia Castelli Gattinara con 111 luoghi di Milano devi proprio scoprire;

- Massimiliano Chiavarone con Com’è bella la città, in cui cinquanta persone e personaggi contemporanei raccontano Milano;

- Marco De Crescenzio, Federico Marisio, Tommaso Pozza con Il Milanese Imbruttito;

- Stefano Bartezzaghi con il libro “M-Una Metrovela“;

- Fabio Ravezzani con MilanoW, canale tematico o in streaming che racconta ogni giorno Milano;

- Lionello Cerri per i sei corti dedicati a Milano, messi in scena al Festival di Venezia, e per le attività di cinema in città, in primis Anteo e i cinema all’aperto d’estate;

- Isabella Musacchia con Onalim, e il racconto fuori le righe Milano “al contrario”;

- Andrea Rovatti e Denis Curti con il progetto fotografico Portraits of Milan;

- Stefano D’Andrea con Umani a Milano, collage di volti e storie della città;

- Cesare Malfatti con Una città esposta, progetto artistico che ha trasformato in musica sei capolavori dell’arte milanese.

Infine “Billbergia”, il premio per il mondo a Milano, che vede gareggiare Alexander Pereira (Sovrintendente ed direttore artistico del Teatro alla Scala), Andreas Kipar (LAND Milano), Asli Haddas (Gogol Ostello), l’architetto Daniel Libeskind, il re del cioccolato Ernst Knam, John Peter Sloan, Johnny Kai “Aggiustatutto”  di Paolo Sarpi, Olga Poivre d’Arvor (direttrice Institut Français di Milano), Otto Bitjoka (Fondazione Ethnoland) e lo chef Wicky Priyan.

photo credit: 100_0448 via photopin (license)

 

Veronica Monaco